Informazione

La malattia della pigmentazione della pelle di Michael Jackson è realistica?

La malattia della pigmentazione della pelle di Michael Jackson è realistica?



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Citando wikipedia:

La pelle di Jackson era stata di un colore marrone medio per l'intera durata della sua giovinezza, ma a partire dalla metà degli anni '80, è gradualmente diventata più pallida. Il cambiamento ha ottenuto un'ampia copertura mediatica, comprese le voci secondo cui potrebbe essersi sbiancato la pelle. Secondo la biografia di J. Randy Taraborrelli, nel 1986, a Jackson furono diagnosticati vitiligine e lupus; la vitiligine gli schiariva parzialmente la pelle e il lupus era in remissione; entrambe le malattie lo rendevano sensibile alla luce solare. I trattamenti che ha usato per la sua condizione hanno ulteriormente alleggerito il tono della sua pelle e, con l'applicazione del trucco per pancake per uniformare le macchie, potrebbe apparire molto pallido. A Jackson è stata anche diagnosticata la vitiligine nella sua autopsia.

1) È plausibile?

2) È probabile che si tratti di una malattia reale o ci sarebbero così tanti fattori attenuanti che è improbabile che una persona ne soffrirebbe nella misura in cui ha sofferto?


1) È plausibile?

È assolutamente plausibile. La sua condizione particolare si chiamava vitiligine (come indicato nella tua citazione) e non è così rara, anche se di solito non così grave.

L'espressione della pigmentazione della pelle cambia nel tempo, a volte in modo drammatico.

2) È probabile che si tratti di una malattia reale o ci sarebbero così tanti fattori attenuanti che è improbabile che una persona ne soffrirebbe nella misura in cui ha sofferto?

La vitiligine è un molto malattia ben documentata e, come ogni malattia, c'è una vasta gamma di affettazioni. Le opzioni di trattamento sono molto limitate, quindi il trucco o altri metodi sono spesso usati per mascherare la pelle colpita.

Ecco alcune altre foto di persone con vitiligine in vari stadi:


La malattia della pigmentazione della pelle di Michael Jackson è realistica? - Biologia

La genetica e l'evoluzione del colore della pelle: il caso di Desiree's Baby
Sviluppato da Patricia Schneider. Copyright 2003 National Center for Case Study Teaching in Science. Usato con permesso.

Livelli di grado: 9-14
Argomento: Biologia, Antropologia fisica, Genetica
Ripartizione del tempo: 1-2 sessioni di lezione
Descrizione: Questo piano di lezione esplora la genetica e l'evoluzione del colore della pelle, utilizzando come punto di partenza un racconto di Kate Chopin intitolato "Desiree's Baby".

Patricia Schneider insegna al Queensboro Community College di Bayside, NY. Questo piano di lezione è stato sviluppato per il National Center for Case Study Teaching in Science con il supporto di The Pew Charitable Trusts nell'ambito del Case Studies in Science Workshop tenutosi presso l'Università di Buffalo, State University of New York, dal 10 al 14 giugno, 2002.

Gli studenti esploreranno la genetica del colore della pelle e le teorie sulla sua evoluzione meditando sui misteri del racconto di Kate Chopin "Desiree's Baby", pubblicato per la prima volta nel 1893. È una storia di razza e genere nella Louisiana anteguerra. Desiree è profondamente innamorata di suo marito, Armand, e lui è un marito amorevole e un padre orgoglioso finché non nota la pelle scura del loro bambino. Poiché Desiree è stata abbandonata da bambina, i suoi antenati sono sconosciuti. Armand conclude che non è bianca e le dice di andarsene. Il suo rifiuto spinge Desiree a togliersi la vita e quella del bambino. Nell'ultima riga della storia, Armand scopre che anche lui è di origini miste.

Gli studenti leggono la storia e poi discutono una serie di domande sulla genetica che sondano il puzzle di come il bambino di Desiree può avere un colore della pelle più scuro di Desiree o del padre del bambino, Armand. Gli studenti utilizzano quindi un quadrato Punnett AaBbCc per esplorare l'ereditarietà poligenetica del colore della pelle. Infine, gli studenti leggeranno articoli di base assegnati e scriveranno un saggio analitico esaminando varie teorie che spiegano l'evoluzione dei diversi colori della pelle.

Il caso è stato sviluppato per studenti di college della comunità urbana nel primo semestre di biologia generale. Il curriculum del corso è organizzato intorno al tema generale dell'evoluzione. Quando viene presentato il caso, gli studenti hanno coperto l'evoluzione, la biochimica, la biologia cellulare e la genetica mendeliana. Il caso è appropriato anche per i corsi di antropologia e biologia per non laureati.

allele
melanina
poligenetico
genotipo
fenotipo
gamete
epistasi
Piazza Punnett
albinismo
omozigote
eterozigote

  • RACE - Il potere di un'illusioneEpisodio 1: La differenza tra di noi (su video o DVD)
  • "Desiree's Baby" e altre dispense (sotto)
  • Articolo "Skin Deep" di Nina Jablonski e George Chaplin nel numero di ottobre 2002 di Scientifico americano
  • Spiegare l'ereditarietà poligenetica
  • Descrivi l'eredità del colore della pelle
  • Discutere le ipotesi "crema solare" e "vitaminica" dell'evoluzione del colore della pelle
  • Scrivi un breve saggio che riassuma i punti chiave di un articolo di divulgazione scientifica

Il racconto e le tre parti del caso di accompagnamento sono state progettate per essere presentate utilizzando il metodo di divulgazione progressiva (per ulteriori informazioni su questo metodo, noto anche come metodo del caso interrotto, vedere http://ublib.buffalo.edu/libraries/ progetti/casi/coots/coots_prologue.html)

    Distribuisci copie del racconto Il bambino di Desiree (Dispensa n. 1) come incarico di lettura.

Parte II: Il colore della pelle è un tratto poligenetico (gene multiplo) (20 minuti)

  1. Mostra la seguente tabella dell'ereditarietà del colore della pelle per la classe copiandola alla lavagna o usando un proiettore per computer o una lavagna luminosa.

Il seguente quadrato di Punnett mostra la possibile progenie da un incrocio tra due individui di colore della pelle intermedio.

AaBbCc X AaBbCc
(ogni quadrato mostra il numero di alleli della pelle scura nel genotipo)

gameti ABC ABc AbC Abc aBC aBc abC abc
ABC 6
AABBCC
5
AABBc
5
AABbCC
4
AABbCc
5
AaBBCC
4
AaBBCc
4
AaBbCC
3
AaBbCc
ABc 5
AABBc
4
AABBcc
4
AABbCc
3
AABbcc
4
AaBBCc
3
AaBBcc
3
AaBbCc
2
AaBbcc
AbC 5
AABbCC
4
AABbCc
4
AAbbCC
3
AAbbCc
4
AaBbCC
3
AaBbCc
3
AabbCC
2
AabbCc
Abc 4
AABbCc
3
AABbcc
3
AAbbCc
2
AAbbcc
3
AaBbCc
2
AaBbcc
2
AabbCc
1
Aabbcc
aBC 5
AaBBCC
4
AaBBCc
4
AaBbCC
3
AaBbCc
4
aaBBCC
3
aaBBCc
3
aaBbCC
2
aaBbCc
aBc 4
AaBBCc
3
AaBBcc
3
AaBbCc
2
AaBbcc
3
aaBBCc
2
aaBBcc
2
aaBbCc
1
aaBbcc
abC 4
AaBbCC
3
AaBbCc
3
AabbCC
2
AabbCc
3
aaBbCC
2
aaBbCc
2
aabbCC
1
aabbCc
abc 3
AaBbCc
2
AaBbcc
2
AabbCc
1
Aabbcc
2
aaBbCc
1
aaBbcc
1
aabbCc
0
aabbcc

La prole di questa croce mostra sette sfumature di colore della pelle
in base al numero di alleli della pelle scura in ciascun genotipo.

    Distribuisci la dispensa n. 2 e chiedi agli studenti (lavorando in piccoli gruppi) di determinare il numero di figli per ogni colore della pelle. Se il tempo lo consente, chiedi loro di usare il numero di figli per ogni tonalità della pelle per tracciare una curva a forma di campana sulla lavagna.

Gli studenti a volte sollevano la questione del colore della pelle di Michael Jackson. Si dice che soffra di viteligine, una malattia autoimmune che distrugge le cellule che producono melanina.

Parte III: Evoluzione del colore della pelle

    Inizia questa parte della lezione mostrando il seguente video, che esplora la scienza della variazione umana:

RACE - Il potere di un'illusione, Episodio 1: La differenza tra di noi.

Se hai solo il tempo di proiettare il segmento sul colore della pelle, inizia il video alle 23:41 (con Stephen Jay Gould che dice: "La mia domanda a quiz preferita nel baseball.") e gioca fino alle 28:03 (termina con Joseph Graves che dice: "Oh, questo è il posto dove andiamo dalla razza della luce alla razza oscura."). Se stai usando il DVD, vai alla scena 8.

(Per esplorare ulteriormente come la razza è socialmente costruita, vedi Episodio 3: La casa in cui viviamo. Si noti che in questo episodio (scena 7 del DVD), lo storico James Horton descrive come gli stati del sud avessero leggi diverse che definiscono chi è "nero", in modo che alcuni individui potessero letteralmente cambiare razza attraversando i confini dello stato.)

Usando i dettagli sull'evoluzione del colore della pelle dall'articolo di Jablonski/Chaplin, scrivi un saggio nelle tue stesse parole che discute sia l'ipotesi "crema solare" che quella "vitaminica" e risponde alla seguente domanda:

La sezione Sorting People di questo sito Web è un gioco interattivo che consente agli studenti di sperimentare la diversità dei colori della pelle e altri tratti tra i gruppi "razziali". Fai clic qui per aprire una nuova finestra e accedere al gioco o indirizza i tuoi studenti a www.pbs.org/race. Fai clic su "Ulteriori informazioni", quindi su "Ordinamento delle persone", quindi su "Esplora i tratti razziali."

Gli studenti possono essere valutati in base alla loro partecipazione in classe e il loro saggio può essere valutato utilizzando una scala olistica (Bean, 1996). L'apprendimento individuale può essere valutato anche nell'unità d'esame successiva con domande relative ai principi genetici ed evolutivi sottolineati nel racconto, negli articoli scientifici, nel compito scritto e nelle discussioni in classe.

Una chiave di risposta alle domande poste in questa lezione è disponibile per gli insegnanti tramite il sito web del National Center for Case Study Teaching in Science (NCCSTS). Per accedere alla chiave di risposta, dovrai prima ottenere una password dal NCCSTS. Per fare ciò, completa il modulo di domanda all'indirizzo http://www.sciencecases.org/register.asp. Si prega di consentire 3-4 giorni lavorativi per una risposta.

Eredità poligenetica

Uno dei motivi per cui Mendel ebbe così tanto successo nell'elaborare i principi di base dell'ereditarietà fu che studiò tratti semplici. Scelse i tratti del pisello da giardino, che appariva in due forme nettamente contrastanti (o-o), ad esempio piante alte contro piante basse, baccelli gialli contro verdi e semi lisci contro rugosi. Un singolo gene controlla ciascuno di questi tratti. Poche caratteristiche seguono questo semplice modello di ereditarietà. La maggior parte dei tratti deriva dall'effetto additivo di molti geni mediati dall'ambiente. Questi tratti poligenetici sono caratterizzati da piccole gradazioni nel fenotipo, note come variazione continua. Il grafico della distribuzione di uno di questi tratti produce una curva a campana in cui i valori estremi sono molto più rari dei valori intermedi. I fattori ambientali influenzano l'espressione dei tratti poligenetici - ad esempio, una cattiva alimentazione limita l'altezza, l'esposizione al sole scurisce il colore della pelle.

Ereditarietà del colore della pelle

Il colore della pelle è in gran parte determinato dalla quantità di melanina. Gli individui dalla pelle scura producono più melanina rispetto agli individui dalla pelle chiara. Almeno tre geni regolano la quantità di melanina prodotta. Ogni gene ha due forme: allele della pelle scura (A, B e C) e allele della pelle chiara (a, b e c). Nessuno dei due alleli è completamente dominante sull'altro e gli eterozigoti mostrano un fenotipo intermedio (dominanza incompleta). Ogni allele della pelle scura nel genotipo aggiunge pigmento aumentando la produzione di melanina. Esistono sette diverse tonalità di colore della pelle che vanno da molto chiaro (aabbcc) a molto scuro (AABBC) la maggior parte degli individui ha il colore della pelle intermedio (AaBbCc). Un incrocio tra due individui con colore della pelle intermedio produce una prole con una gamma di fenotipi (curva a campana).

Evoluzione del colore della pelle umana

Sembra che i nostri primi antenati umani moderni (Homo sapien sapiens), vissuti 100 - 150.000 anni fa nell'Africa orientale, avessero la pelle scura per proteggerli dagli effetti deleteri delle radiazioni ultraviolette. Molti scienziati credevano che la pigmentazione scura si fosse evoluta in Africa come "crema solare" per proteggere dal cancro della pelle. Tuttavia, questa non potrebbe essere l'unica pressione selettiva poiché la maggior parte dei decessi per cancro della pelle si verifica solo dopo l'età riproduttiva. Secondo la teoria più recente, diversi colori della pelle si sono evoluti per garantire il successo riproduttivo regolando la produzione di due vitamine fondamentali.

La radiazione ultravioletta (UV) catalizza la sintesi della vitamina D, necessaria per l'assorbimento del calcio e lo sviluppo dello scheletro. La carenza di vitamina D può portare al rachitismo, una malattia ossea invalidante. Ma la sovraesposizione alle radiazioni UV abbatterà il folato di vitamina B (acido folico), necessario per lo sviluppo neurale del feto e la fertilità. L'antropologa Nina Jablonski teorizza che la pelle scura si sia evoluta vicino all'equatore. Lì, la penetrazione delle radiazioni UV è sufficientemente elevata da stimolare la produzione di vitamina D mentre la pelle scura protegge dalla degradazione dei folati. La pelle chiara si è evoluta quando i primi esseri umani migrarono alle alte latitudini dove la radiazione UV è molto più bassa. La quantità di melanina è diminuita gradualmente per facilitare la sintesi della vitamina D in condizioni di bassi raggi UV. Oggi, a causa delle recenti migrazioni, molti individui non vivono nel clima per il quale la loro pelle è adattata. Le persone dalla pelle scura alle alte latitudini possono ottenere la loro vitamina D da fonti come il pesce, mentre le persone dalla pelle chiara ai tropici possono proteggersi dalla degradazione dei folati coprendosi con i vestiti.

Allman, W.F. 2002. Eve ha spiegato: come gli antichi umani si sono diffusi sulla Terra. http://dsc.discovery.com/convergence/realeve/feature/feature.html

Campbell, N.A., e J.B. Reece. 2002. Biologia (6° ed.). San Francisco, California: Benjamin Cummings.

Cummings, M.R. 2003. Eredità umana, principi e problemi (6a ed). Pacific Grove, CA: Apprendimento Brooks/Cole-Thomson.

Goodman, AH 2000. Perché i geni non contano (per le differenze razziali nella salute). Giornale americano di sanità pubblica, 90(11):1699-1702.

Holden, C. 1991. Nuovo centro per studiare le terapie e l'etnia. Scienza 251(4995):748.

Jablonski, N.J. e G. Chaplin. 2002. Pelle profonda. Scientifico americano 278(4):74-81.

Jablonski, N.J. e G. Chaplin. 2000. L'evoluzione della colorazione della pelle umana. Journal of Human Evolution 39(1):57-106.

Eredità mendeliana in linea nell'uomo. Centro nazionale per le informazioni sulle biotecnologie (NCBI). http://www.ncbi.nlm.nih.gov/omim/

Salomone, E.P., L.R. Berg e D.W. Martino. 2002. Biologia (6° ed.). Apprendimento Brooks/Cole-Thomson. Pacific Grove, California.

Bean, J.C. 1996. Idee coinvolgenti: la guida del professore per integrare la scrittura, il pensiero critico e l'apprendimento attivo in classe. San Francisco: Jossey-Bass.

Da Mid-Continent Research for Learning and Education a http://www.mcrel.org/

Standard di scienze della vita 4 livello IV (classi 9-12):

Conosce i modi in cui i geni (segmenti di molecole di DNA) possono essere alterati e combinati per creare variazioni genetiche all'interno di una specie (ad es., errori di ricombinazione di mutazioni di materiale genetico nella copia di materiale genetico durante la divisione cellulare)

Sa che le nuove caratteristiche ereditabili possono derivare solo da nuove combinazioni di geni esistenti o da mutazioni di geni nelle cellule sessuali di un organismo, altri cambiamenti in un organismo non possono essere trasmessi

Sa che mutazioni e nuove combinazioni di geni possono avere effetti positivi, negativi o nessun effetto sull'organismo


Non c'è dubbio che la biografia di Michael Jackson sia una lettura interessante, se non per i molti tragici colpi di scena coinvolti. Un'area della sua storia che molte persone trovano interessante è il suo presunto passaggio sotto i ferri del chirurgo. Mentre ha confermato che alcuni interventi chirurgici hanno avuto luogo, Jackson ha sempre negato il numero di procedure che la maggior parte delle persone ha affermato e che le foto degli anni sembrano rendere ovvie. Anche se potremmo non conoscere mai tutta la verità dietro Michael Jackson e la chirurgia plastica, possiamo sicuramente dare un'occhiata alla possibile storia.

Quali sono le procedure di chirurgia plastica di Michael Jackson?

Se osserviamo le sue foto, è possibile che abbia subito numerosi interventi di chirurgia plastica come un intervento al naso (rinoplastica), protesi alle guance e anche sbiancamento della pelle.

Lavori di naso (rinoplastica)

L'unica parte delle cronache del miglioramento cosmetico di Michael Jackson che il cantante ha mai confermato sono stati i suoi lavori al naso. Jackson ha confessato di averne avuti due nel corso della sua vita. Tuttavia, questo era qualcosa che le persone hanno scoperto senza la sua confessione. Nel corso degli anni, il naso di Jackson è cambiato radicalmente. Alla fine, il risultato è stata una versione molto più sottile che si è rivolta verso l'alto in punta.

Secondo Jackson, tuttavia, l'aumento era puramente pragmatico e non aveva nulla a che fare con l'aspetto. Ha detto che il suo nuovo naso gli ha dato un migliore accesso all'ossigeno e, quindi, ha reso molto più facile colpire le note alte, qualcosa che sarebbe stato importante per un cantante della sua statura, ma che non è mai stato confermato come una supposizione realistica da nessuno chirurgo.

Michael Jackson Prima e Dopo

Altre caratteristiche del viso

Mentre un lavoro al naso potrebbe essere attribuito al desiderio di migliorare il suo canto, altri cambiamenti sarebbero puramente cosmetici. Sembra come se Jackson avesse una fessura nel mento, per esempio. Apparentemente aveva anche inserito degli impianti sulle guance. Ancora una volta, dare uno sguardo ai suoi primi anni mostra un volto quasi irriconoscibile.

Molto è stato fatto anche sul colore della pelle di Michael Jackson. Nel corso degli anni è cambiato radicalmente anche lui, ancor più del suo naso. Jackson era afroamericano dopotutto e uno sguardo al resto della sua famiglia mostra che avevano un tono di pelle marrone scuro, non del tutto insolito per quell'etnia.

Tuttavia, a metà degli anni '80, il colore della pelle di Jackson iniziò a cambiare. A poco a poco, è diventato sempre più pallido. Alla fine, si sparse la voce che avrebbe dovuto sbiancare la pelle per farla diventare bianca. Ha sempre negato queste voci, tuttavia, e invece ha insistito sul fatto di essere vittima di una rara condizione della pelle. Mentre gli era stata diagnosticata una malattia della pelle chiamata vitiligine, almeno un biografo di Michael Jackson ha affermato che questo disturbo potrebbe effettivamente essere il risultato di metodi di sbiancamento della pelle. Potrebbe anche essere stato che la vitiligine gli ha alleggerito un po' la pelle e i suoi tentativi di uniformare il colore con il trucco hanno solo peggiorato le cose.

Non sapremo mai con certezza quanto le voci sulla chirurgia plastica di Michael Jackson siano effettivamente vere. Purtroppo, è morto prima che si potesse mai sapere molto sul famoso cantante che alla fine si è ritirato dalla vita pubblica. Tuttavia, molte fonti a lui vicine hanno affermato che il cantante probabilmente ha ricevuto quasi una dozzina di interventi chirurgici nel corso di due anni e sempre in modo clandestino.


La pelle di Michael Jackson

Da quello che mi è stato detto e contrariamente alla credenza popolare, Michael Jackson non ha reso la sua pelle bianca perché non voleva essere nero. Soffriva di una condizione medica chiamata vitiligine che apparentemente può essere curata solo rendendo l'intera pelle bianca.

Vetiligine: "Un disturbo cutaneo autoimmune causato dall'attacco del sistema immunitario alle cellule che producono pigmenti all'interno della pelle. La perdita delle cellule responsabili del colore della pelle provoca macchie bianco latte sulla superficie della pelle"

Credo che abbia scelto di avere tutta la sua pelle bianca piuttosto che avere macchie bianche qua e là.

Crumbles, ho sentito la stessa cosa, anche se con le voci sulle celebrità, è sempre difficile sapere davvero tutta la verità. Quando ho sentito parlare della vitiligine, il mio sospetto era che fosse la ragione dietro il guanto caratteristico di Michael Jackson da una parte. Probabilmente ha iniziato ad apparire sulla sua mano e lo ha spinto a indossare un guanto per nasconderlo.

In realtà non so che aspetto abbiano i suoi figli, non li ho mai visti nella foto senza veli di qualche tipo che li coprono. Se hanno la pelle chiara, probabilmente è perché la loro madre ha la pelle chiara, combinata con il tenerli coperti così completamente quando sono fuori, il che impedirebbe loro di abbronzarsi del tutto.

Non so davvero come abbia fatto Michael Jackson a ottenere la sua pelle più chiara. Se scopri da qualche parte cosa è stato usato, forse possiamo capire come funziona.

Alcuni sembrano pensare che abbia usato un farmaco chiamato Benoquin per sbarazzarsi di tutto il buio che era rimasto della sua pelle in modo da avere un colore della pelle uniforme. (Quanto è vero, non posso dirlo!) Se clicchi qui http://itsb.ucsf.edu/

vcr/Freeze2.html [Broken] e scorri verso il basso fino a un post di David Finkelstein, dice:


Biografia di Michael Jackson

Michael Joseph Jackson (29 agosto 1958 – 25 giugno 2009) è stato un cantante, ballerino, intrattenitore e artista americano. Michael Jackson ha incarnato l'era del pop negli anni '70, '80 e '90, guadagnandosi il titolo il re del pop. È rimasto un'icona globale fino alla sua prematura scomparsa nel 2009.

Michael Jackson ha iniziato la sua carriera musicale insieme ai suoi compagni fratelli e familiari nei Jackson Five. La sua carriera inizia nel 1964, all'età di soli sei anni. Il gruppo, guidato dal padre di Jackson, ha lavorato duramente in tournée in molti club e bar eseguendo il loro mix di successi della Motown. Hanno guadagnato l'attenzione delle etichette discografiche e nel 1968 hanno firmato con la Motown records. È stato il Jackson più giovane, con la faccia da bambino, ad attirare l'attenzione dei revisori. La rivista Rolling Stone ha scritto che Michael era un ‘prodigio’ con ‘doti musicali travolgenti’. Michael si è distinto per il suo eccezionale entusiasmo e la sua voce musicale dolce e contagiosa. Il gruppo ha prodotto quattro singoli di successo numero uno, tra cui “Ti rivoglio“, ABC e “l'amante che salvi.”

Nonostante abbia raggiunto il suo obiettivo di diventare un artista musicale, l'infanzia di Michael è stata tutt'altro che felice. Era regolarmente picchiato e minacciato dal padre autoritario. Questa eredità di abusi ha lasciato Michael segnato per tutta la sua vita adulta.

Carriera solista Michael Jackson

Alla fine degli anni '70, Michael cercava sempre più di intraprendere una carriera da solista. Con l'aiuto del produttore musicale, Quincy Jones, Michael ha prodotto l'album solista ‘Fuori dal muro‘. L'album è stato un grande successo, vendendo alla fine oltre 20 milioni di copie. L'album ha ottenuto molti consensi di critica e Michael si è assicurato il più alto tasso di royalty nell'industria musicale. (37% del profitto dell'album)

Il suo secondo album da solista, Thriller, ha lanciato Michael Jackson nella posizione di cantante pop più famoso al mondo. Con poche pubblicità e promozioni commerciali, Thriller è salito al primo posto nelle vendite di album ed è rimasto al primo posto per un totale di 37 settimane. Ha guadagnato uno dei tanti Guinness World Record per Michael Jackson, raggiungendo 110 milioni di vendite globali e 29 milioni di vendite negli Stati Uniti. Thriller inclusi successi numero uno come Sconfiggilo, Billie Jean.

Michael Jackson con i Reagan

Nel marzo 1983, Michael Jackson si esibì dal vivo su Motown 25, ‘Ieri, oggi, per sempre’, – uno speciale televisivo. Ha eseguito la sua mossa di danza distintiva e memorabile, il Moonwalk. Nella routine di ballo, si muove senza sforzo all'indietro mantenendo apparentemente una gamba perfettamente dritta. La sua esibizione lo ha reso un'icona globale non solo della musica, ma anche della danza. Michael Jackson ha aperto la strada all'importanza dei video musicali nella promozione di un artista pop. Questa performance iconica è stata paragonata alla famosa apparizione dei Beatles all'Ed Sullivan Show nel 1964.

I prossimi album di Jackson sono stati Cattivo (1987) e Pericoloso (1991). Il suo ultimo album è stato Invincibile (2001).

Alla fine degli anni '80, c'era un numero crescente di storie che speculavano sulla vita personale, la salute e l'aspetto fisico di Jackson. Michael Jackson ha subito numerose operazioni di chirurgia plastica per aggiustarsi il naso e aggiungere una fossetta nel mento. Durante gli anni '80, la sua pelle ha iniziato a schiarirsi a causa di una rara malattia del pigmento della pelle, ma non ha fermato un'ondata di speculazioni sulla stampa secondo cui stava sbiancando il colore della sua pelle. La stampa ha coperto una serie di storie speculative su Michael Jackson, comprese storie immaginarie che Michael si era inventato (come dormire in una tenda ad ossigeno per evitare il processo di invecchiamento)

“Sono nell'industria dello spettacolo da quando avevo sei anni e, come direbbe Charles Dickens, “Sono stati i tempi migliori, i tempi peggiori.” Ma non cambierei il mio Anche se alcuni hanno tentato deliberatamente di ferirmi, la prendo con calma perché ho una famiglia amorevole, una fede forte e amici e fan meravigliosi che mi sostengono e continuano a sostenermi".

L'attenzione della stampa ha reso Michael sempre più solitario, trascorrendo gran parte del suo tempo nel suo ranch ‘Never Land’.

Parlando allo show di Oprah Winfrey, Jackson ha affrontato la questione del cambiamento di colore della pelle:

“Ok, numero uno. Lì, per quanto ne so, non esiste lo sbiancamento della pelle. Ho un disturbo della pelle che distrugge la pigmentazione della pelle, è qualcosa che non posso aiutare, ok? Ma quando le persone inventano storie che non voglio essere quello che sono, mi fa male, è un problema per me, non riesco a controllarlo.

Ha sposato Lisa Marie Presley nel 1994 è durato due anni anche se sono rimasti amichevoli dopo il divorzio. Nel 1996, ha sposato Deborah Rowe a Sydney. Insieme hanno avuto due figli. Hanno divorziato nel 1999 e la Rowe ha dato la piena custodia dei bambini a Jackson.

Le accuse di abusi sui minori sono state sollevate per la prima volta negli anni '80 e sono ricomparse negli anni '90. Ciò ha portato al processo di Il popolo contro Jackson il 31 gennaio 2005, a Sante Maria, California. Dopo cinque mesi di grande pubblicità, Jackson è stato assolto. Anche se l'esperienza lo ha lasciato fisicamente debole ed emotivamente stressato. Partì dall'America per l'isola del Golfo Persico del Bahrain.

"Nel momento in cui ho iniziato a battere il record di tutti i tempi nelle vendite record—ho battuto i record di Elvis, ho battuto i record dei Beatles—nel momento in cui è diventato l'album più venduto di tutti i tempi nella storia del Guinness dei primati, durante la notte mi hanno chiamato un mostro. Mi hanno chiamato omosessuale. Mi hanno chiamato molestatore di bambini. Hanno detto che ho sbiancato la mia pelle. Hanno fatto di tutto per mettere il pubblico contro di me".

– Osservazioni presso la sede del National Action Network (9 luglio 2002)

Verso la fine della sua vita, fu sempre più tormentato da problemi di denaro e cattiva salute. Divenne sempre più dipendente da una varietà di farmaci, che si dice abbiano contribuito alla sua cattiva salute e alla sua morte prematura. Nonostante le preoccupazioni sulla finanza, si dice che abbia realizzato guadagni in carriera di $ 500 milioni e abbia avuto beni nel catalogo Sony/ATV Music Publishing per un valore di oltre $ 300 milioni da solo.

“In un mondo pieno di odio, dobbiamo ancora osare sperare. In un mondo pieno di rabbia, dobbiamo ancora osare confortare. In un mondo pieno di disperazione, dobbiamo ancora osare sognare. E in un mondo pieno di sfiducia, dobbiamo ancora osare per credere”

– M. Jackson Citato dalla CNN nel giugno 2009.

Michael Jackson è morto il 25 giugno 2009, in una villa in affitto nel distretto di Los Angeles.

Citazione: Pettinger, Tejvan. "Biografia di Michael Jackson", Oxford, Regno Unito. www.biographyonline.net , 28 luglio 2010. Aggiornato l'11 febbraio 2018.

Opera di beneficenza di Michael Jackson

  • Michael Jackson ha sostenuto molti enti di beneficenza. Ciò includeva un ente di beneficenza per ustioni a Culver City, in California. Ciò ha seguito un incidente in cui Michael Jackson è stato bruciato durante le riprese di uno spot della Pepsi nel 1984.
  • Ha anche sostenuto enti di beneficenza contro l'HIV / AIDS in un momento in cui era ancora fuori moda.
  • Nel 1984, ha ricevuto un premio dal presidente Ronald Reagan per il suo sostegno a enti di beneficenza che aiutano a superare l'abuso di alcol e droghe.
  • Dal suo 1984, Victory Tour ha donato tutti i fondi (circa $ 8 milioni in beneficenza)
  • Nel 1985, ha anche scritto insieme a Lionel Richie il singolo di beneficenza “We are the World”. Ha venduto oltre 30 milioni di copie e il ricavato è stato inviato ai poveri negli Stati Uniti e in Africa.
  • Ha continuato la sua opera di beneficenza fino alla fine della sua vita supportando concerti di beneficenza come Aiuto alle vittime della guerra del Kosovo.

L'essenziale Michael Jackson

La vita creativa e il lavoro di Michael Jackson

Pagine correlate

Americani famosi – Grandi americani dai padri fondatori ai moderni attivisti per i diritti civili. Compresi presidenti, autori, musicisti, imprenditori e uomini d'affari. Con Thomas Jefferson, Abraham Lincoln, Madonna, Oprah Winfrey.

Musicisti – Musicisti famosi dalla musica classica alla musica popolare. Compresi Mozart, Beethoven, Bach e John Lennon.


La grande immagine

Se si scopre che è morto di malattie cardiache, un cocktail di potenti farmaci da prescrizione o solo anni di indulgenza ed eccessi, un verdetto è inevitabile: ciò che ha veramente ucciso Michael Jackson è stata un'overdose di valori dello spettacolo. Come tante star infantili prima di lui, da Judy Garland e Sammy Davis Jr. a Tatum O'Neal e River Phoenix e Lindsay Lohan, con circa un migliaio di meraviglie di quindici minuti e un colpo in mezzo, Jackson non si è mai 0160casa nel mondo reale.

Per Jackson, come tante star infantili, lo spettacolo era il suo rifugio sicuro, il luogo che ha plasmato le sue speranze  e i suoi sogni, solo per trascinarlo in un buco nero infernale  di inestinguibile gratificazione dell'ego, ansia, vanità, sviluppo arrestato, strane ossessioni e insicurezza dilagante. Succede ogni giorno: guarda come tanti tipi di Hollywood misurano la loro autostima in base agli incassi del fine settimana, ma è sempre peggio quando ti ritrovi la copertina di Rolling Stone quando hai 10 anni. Nonostante suo padre governasse la famiglia con il pugno di ferro, da quando Michael eraن è stato la star riconosciuta del fiorente impero musicale della sua famiglia,  il tipo di esilarante personaggio teatrale che ha contribuito a rendere l'ultimo grande atto musicale crossover di Jackson.

È venuto fuori solo più tardi che Michael era amaramente risentito di essere il buono pasto della famiglia. Bullizzato da suo padre - lo chiamava il suo Bad Daddy - preso in giro dai suoi fratelli, che prendevano in giro il suo nasone, che Michael iniziò rapidamente a ridurre praticamente a nulla - era, come tante star dei bambini, derubato di ogni vera infanzia. Non aveva amici, solo gestori. La sua unica convalida è stata l'applauso e l'acclamazione. Questo è il problema con la celebrità infantile: troppo spesso i tuoi unici valori fondamentali sono i valori dello spettacolo, l'odore della vernice a olio, il ruggito della folla e la quantità di zero negli incassi.

Quando la tua vita è definita dal successo dello spettacolo, sviluppi un enorme buco nella tua anima, un buco che spesso si riempie di droghe, alcol o altri comportamenti autodistruttivi. Succede con deprimente regolarità, sia a O'Neal (che ha vinto un Oscar a 10 anni, poi è caduto in una lunga battaglia con la droga), Drew Barrymore (alcol a 11, coca a 14), Lohan (una star Disney a 12 prima di un ripida discesa tra arresti per guida in stato di ebbrezza, cocaina e riabilitazione), Macaulay Culkin (dalla celebrità di "Home Alone" all'abuso di pillole) e Corey Feldman (la giovane star di "Goonies" che divenne rapidamente un poster boy per alcol, droghe ed eccessi). Non tutti sopravvivono, con Phoenix che muore per overdose di speedball a 23 anni e Brad Renfro che soccombe a un'eroina OD a 25.

Qualcosa avrebbe potuto salvare Jackson dalla sua prematura fine? Continua a leggere:

 Jackson ha avuto un sacco di lotte con le droghe, diventando dipendente dagli antidolorifici negli anni '90, finendo con lui che è andato in riabilitazione per guarire. Non c'è da stupirsi, perché così tante bambine delle star scompaiono giù per il buco pieno di droga. Le droghe sono semplicemente un comodo sostituto  della vera fretta: intossicazione inebriante della fama e adulazione. Invece di sviluppare un forte sé interiore e un approccio realistico al mondo, le persone come Jackson si ritirano nella fantasia, dove possono assecondare le loro fantasie senza fare i conti con la realtà.

Forse il suo bisogno di fantasia spiega perché Jackson era così ossessionato dalle star più vecchie delle epoche passate, la più famosa è Elizabeth Taylor, dal momento che stardom era l'unico stile di vita con cui poteva davvero relazionarsi. È stato il suo fascino per Elvis Presley che forse ha portato al suo bizzarro matrimonio con Lisa Marie Presley, che aveva molta esperienza - tramite il suo stesso padre - a che fare con un recluso narcisista e sgangherato. Il matrimonio è durato solo due anni, ma ha portato Jackson in riabilitazione dopo che è stato colpito dalle accuse di abusi sessuali con un bambino di 13 anni. È fin troppo indicativo della disfunzione all'interno del clan Jackson che ha accusato Michael di essere un pedofilo e poi ha ritrattato la dichiarazione dopo che il danno è stato fatto.

As Hitsville blogger Bill Wyman wrote on Friday, there are eerie similarities between Jackson and Elvis, two hugely influential cultural icons who ended up increasingly cut off from reality, living in the utterly remote fabricated dreamscapes of Graceland and Neverland. As Wyman writes: "Both were man-boys with infantile sexualities and pre-adolescent images of themselves. . Both changed from impossibly beautiful youths into ravaged adults, Presley bloated and dazed, Jackson self-mutilated almost beyond recognition." 

Although many of today's former child stars seem utterly lacking in self-control, much less self-awareness, Jackson was different. For all his unbridled Wacko Jacko narcissism, when it came to his craft, he had steely discipline, clearly having put in Malcolm Gladwell's requisite 10,000 hours of practice rehearsing and refining his moves, starting with his childhood days in the Motown machine. But it soon became apparent that -- as a prisoner of showbiz -- Jackson's artistic ambitions were overwhelmed by his desire for money and fame and all the trappings that went with it. He was, after all, the man who demanded that the media refer to him as the King of Pop.

One of the most revealing accounts of Jackson's maniacal quest for material gain and awards is found in "Howling at the Moon," a memoir by former CBS Records chief Walter Yetnikoff, who ran the label when Jackson was having his huge hits. Yetnikoff recalls Jackson bemoaning that he'd never had a childhood. "All he knew was singing and performing," Yetnikoff says. "His focus was on his career and career alone. 'Understand,' he told me. 'that I was a star when I was six.' Sometimes I felt that he was still six. I wasn't sure he could name the president of the United States. He had no social skills. He was a child who sought the company of other children. He only sought my company because I was the man who controlled the hype machine."

To Jackson, everything was a numbers game. Artistic validity was nice, but what he really craved what selling the most records and landing the most Grammys. Like many people in showbiz, he measured his success against the accomplishments of his peers and rivals. It's a soul-destroying game, but it's how the game is played in Hollywood. 

After Jackson's "Off the Wall" album won only a single Grammy, despite selling millions of albums, he called Yetnikoff to complain. The personality change was abrupt, from fragile artist to cold-eyed competitor. "Michael's high, inaudible voice changes tone when he's unhappy," Yetnikoff said. "He becomes an angry little boy who won't be happy until he gets all the candy in the candy jar. 'Mine was the first solo album to have four Top Ten singles,' he said. 'That means I should get at least four Grammys.' "

Yetnikoff told him to be happy with one. He wasn't. But the next time out, ' Thriller' won a dozen Grammys for Jackson and producer Quincy Jones. Yetnikoff says Jackson still wasn't happy -- he wanted all the Grammys for himself. It must have been awful for Jackson, in his later years, to see all that success slip away, since success was really all he lived for. It's hard to know what was in his head as he tried to reboot his career one last time, middle-aged and obviously frail, out of touch with the pop currents of the day, yet still desperate for one more grab at the brass ring, one more moment at the top.

His downfall is hardly unique. It happens in show business all the time, the insecurity and the neediness overwhelming genuine talent because that talent, especially when ripened at an early age, is so often smothered by the absence of any real self-worth. For Michael, everything was skin deep, from his plastic surgery and skin color alterations to his strange costumes and gauze masks. Inside, he was a sad, hollow shell. He was the embodiment of the oldest showbiz fable of them all, that underneath all the tinsel, lies more tinsel. 

Photo: Michael Jackson in 2007. Credit: AP Photo / Danny Moloshok


Animals with rare skin condition may help people

What did the late pop star Michael Jackson have in common with water buffaloes? An incurable skin disorder called vitiligo. In the uncommon condition, sufferers lose pigmentation and their skin turns blotchy. Vitiligo’s cause is a mystery, though autoimmune disorders may play a role in some cases. Stymieing research has been the lack of a good animal model. Now, scientists appear to have found one: the water buffalo. Four years ago, vitiligo researchers in New Delhi heard an odd tale from social workers. Villagers in a hamlet in western India were shunning buffaloes with blotchy bellies. They hauled back five of the pariah beasts last year (one pictured above), and found through skin biopsies that whitened patches of the buffaloes’ skin bore a “striking resemblance” to that of human vitiligo patients. Just like in people, the buffaloes’ blotches had vanishingly few melanocytes—pigment-bearing cells—and low levels of expression of pigmentation genes, the team reports online in the journal Pigment Cell & Melanoma Research. The New Delhi team hasn’t wasted any time making use of the new animal model. In one buffalo, patches have spread “confetti-like” from the animal’s tail to its rump and face in just 6 months researchers are testing a new compound to see whether they can arrest further spread.


This Is Why Michael Jackson’s Children Look White, They Are Actually His Biological Children (in depth details & pics)

Many question the paternity of Michael Jackson’s children if not all three kids, they question the maternity of the first two kids he had with Debbie Rowe because of the skin color of his children. This article will be explaining how Michael’s kids could have white skin color, have blue eyes, and still be very much related to the King of Pop.

First, it is important that Michael Jackson although he’s married the mother of his first to kids, he only did that to spite his first wife, Lisa Marie Presley who openly said in an interview that they were still together four years after they got divorced around which time Michael’s firstborn, Prince was conceived. This means that Michael probably only got together with Debbie Rowe (Mother of his first two kids) to have kids. In an interview, Michael stated that he wanted kids with Lisa Marie. However, she wasn’t interested in having kids and this led to a rift between them.

While contesting for full custody of her kids, Debbie Rowe mentioned that she and Michael never actually had sexual intercourse to have his first two kids. Although the two were married, she had to go to the “Office” (Medical clinic) and get artificially inseminated which means Michael wasn’t exactly interested in affection with Debbie all he wanted was kids. So there is no point getting into such an elaborate skim just to have another man’s kids. From the looks of things, all Michael had to do was donate his Sperm which seems pretty easy considering that he was an active man who knew he could have kids. Though Debbie Rowe is the biological mother of Prince and Paris Jackson, his third child Blanket was from surrogacy and the identity of the surrogate is unknown.

So if these kids are his how come they have white skin color?

Blanket is the only one who looks like Michael and even he has a white skin color. The issue of biracial kids is on that varies from family to family. A look at some of the Jackson’s kids will convince you that a black family who has associated a long time with white people can produce white-looking kids. This can be seen from some of Michael’s nephews and grandnephews. Not to look far, Michael’s sister Janet had a son recently and he looks as though he is a white Kid just as Blanket, Paris, and prince look.

Let’s also consider Meghan Markle, her skin color, and features. Should we say she is adopted because she looks white? Many who question the paternity of Michael’s children never fully consider the idea of biracial kids like Rasheeda Jones who look completely white. A side by side picture of Rasheeda and Paris, their skin color looks exactly the same. So what makes Rasheeda Jones who is biracial more black than Paris Jackson who is also Biracial.

It’s actually perfectly normal for biracial children to look as though they are 100 percent Caucasians. Ecco alcuni esempi:

Lina Horn- African American

Mariah Carey- African American.

Joline Ivy -African American.

Let’s look at pictures of Michael’s kids and one would find that his first son prince has Vitiligo the same disease that tampered with Michael’s skin color. It’s no coincidence that Vitiligo is inheritable.

Michael’s kids actually look like him and some of the members of his family. Blanket, his last son is the only one who doesn’t need comparisons as he looks very much like Michael.

Paris looks like Michael’s sister, Latoya at a young age

Prince looks like Michael’s grandfather, Samuel Jackson.

It is important to know that Michael’s grandmother, (Joe Jackson’s mother is white) and a maternal grandfather who had a biracial mother and biracial father. His maternal grandmother is Indian and paternal grandfather is also almost pure Indian. Michael’s father had light eyes and light skin.so you can imagine what children from this ancestry would look like especially when they themselves are also biracial.

It is simply impossible to have black or normal looking Biracial children when he himself has such mixed roots. The combination of Debbie Rowe’s white gene and white gene from Michael’s gene pool makes his children more white than black.


The Jackson 5

Motown Records president Berry Gordy, Jr., was impressed with the group and signed them in 1969. Sporting the loudest fashions, the largest Afros, the snappiest choreography, and a youthful, soulful exuberance, the Jackson 5 became an immediate success. They scored four consecutive number one pop hits with “I Want You Back,” “ABC,” “The Love You Save,” and “I’ll Be There” in 1970. With Michael topping the pop charts as a solo performer with “Ben” and reaching number two with “Rockin’ Robin,” and with the Jackson 5 producing trendsetting dance tracks such as “Dancing Machine,” the family’s string of hits for Motown lasted through 1975. As Michael matured, his voice changed, family tensions arose, and a contract standoff ensued. The group finally broke with Motown, moving to Epic Records as the Jacksons. Jermaine remained at Motown as a solo performer and was replaced by his youngest brother, Randy Jackson (in full Steven Randall Jackson b. October 29, 1961). As a recording act, the Jacksons enjoyed consistent success through 1984, and their sister Janet Jackson embarked on her own singing career in the early 1980s however, Michael’s solo albums took on an entirely different status.


Is the Michael Jackson skin pigmentation disease realistic? - Biologia

MAYWOOD, Ill. About 1 million Americans suffer a skin disorder called vitiligo, which causes unsightly white patches on the face, hands and other parts of the body.

A Loyola University Hospital researcher has won a five-year, $1.7 million federal grant to investigate a new way to treat vitiligo. This research also could point the way to new treatments for melanoma, the deadliest form of skin cancer.

Vitiligo appears to be an auto-immune disease, in which the immune system goes into overdrive and kills pigment cells, which give skin its color. Loyola researcher Caroline Le Poole, PhD, is studying how to stop vitiligo. The goal is to adjust the immune system so that it stops attacking pigment cells. Conversely, melanoma would be treated by revving up the immune system to attack malignant pigment cells.

"Things we learn from vitiligo could apply to melanoma, and vice versa," Le Poole said. Le Poole is an associate professor in the Oncology Institute of Loyola University Chicago Stritch School of Medicine.

Although melanoma accounts for less than 5 percent of skin cancers, it is responsible for most of the skin cancer deaths. There will be more than 62,000 new melanoma cases in the United States this year, and more than 8,000 deaths, the American Cancer Society said.

Vitiligo (vit-ill-EYE-go) affects about 0.5 percent of the world's population. It affects both sexes and all races. However, "the darker the skin, the more noticeable it is," said Loyola dermatologist Dr. Anthony Peterson, an assistant professor at Stritch. "The contrast is what people notice."

In the most common form of vitiligo, white patches form on both sides of the body. In 1993, singer Michael Jackson told Oprah Winfrey he has symptoms consistent with vitiligo. Last year, Lee Thomas, an African American TV anchor/reporter in Detroit, published a memoir about vitiligo titled "Turning White."

Vitiligo also can be distressing to Caucasians. Cathy Kalnicky, 47, has had vitiligo since she was 30. It's on her face, arms, legs and hands. The patches are more noticeable during the summer, when Kalnicky develops a deep tan while watching her three daughters play softball. "I get a lot of questions when I'm out in public," she said. "And some occasional stares."

Kalnicky, a registered nurse at Loyola, has provided skin cell samples for Le Poole's research. "It would be really nice if there was a way to stop vitiligo," Kalnicky said.

Steroid creams return some color to affected skin. But this treatment also thins the skin, and can cause streaks or lines. Bright lights, similar to tanning booths, also can return color, but can cause sunburns and other side effects. Skin grafts transfer skin from unaffected areas to the white patches, but can be painful and expensive, Peterson said.

None of the existing treatments prevent vitiligo from progressing. But the approach Le Poole is studying potentially could stop vitiligo in its tracks.

In people who are susceptible to vitiligo, an injury to the skin, such as sunburn, can trigger pigment cells to generate stress proteins. Immune cells absorb these proteins and, in turn, signal killer T cells to destroy pigment cells.

Le Poole hopes to throw a wrench into this overactive immune response. In collaboration with Assay Designs, Inc. of Ann Arbor, Mi., she is developing blockers that would stop immune cells from absorbing stress hormones and triggering the immune response.

"An active immune response can be bad for vitiligo patients, but good for melanoma patients," Le Poole said. "We hope to be able to adjust the immune system in ways that would benefit both groups of patients."


Vitiligo Explained

Of the many skin conditions which could affect anyone of us, few cause anxiety as Vitiligo. It is important to note, however, that the condition is nothing but harmless discolouration of the skin. It would be helpful to gain a closer understanding, in order to dispel some of the myths and fears surrounding vitiligo, and also to arrive at a realistic acceptance of the condition.

When skin loses colour

Vitiligo is a condition in which the skin loses its normal colour and white patches develop. This could occur anywhere on the body, and most people with vitiligo have white patches in multiple areas. Vitiligo can be localised to a few body areas or generalized as a widely distributed loss of colour.

How vitiligo occurs

Our skin normally contains melanocytes, or pigment cells, which are more or less evenly distributed and produce the melanin that gives the skin its characteristic colour. What happens in vitiligo is that melanocytes are destroyed, resulting in the loss of colour, leaving the area white.

What causes vitiligo?

The exact cause of vitiligo is not known. Medical research has not yet put a finger on what precisely sets off the destruction of melanocytes. However, multiple theories exist – a prominent one being that it is an autoimmune disease. Your body’s immune system mistakenly attacks some part of your own body in this case, setting out to destroy the melanocytes.

It is believed is that some individuals happen to be genetically more susceptible to autoimmune diseases, which could then be triggered by environmental factors.

“Am I at risk for vitiligo?”

Globally, about 1% of people are affected by vitiligo. In most cases, vitiligo develops early in life, between the ages of 10 and 30 years. Ninety-five percent of those affected will develop it before 40. Vitiligo doesn’t discriminate by gender nor by race, although loss of pigmentation is more noticeable on darker skin.

Risk factors include the presence of an autoimmune disease, such as thyroid disease (hyper and hypothyroidism), alopecia areata, or pernicious anemia. Family history is a factor too, although it does not follow that children of a parent with vitiligo will necessarily develop it.

Vitiligo commonly affects sun-exposed areas, body folds (such as armpits), previous sites of injury, areas around moles, or areas around body openings. Vitiligo can also affect the eyelids, hair, and mucous lining inside the mouth and nose.

How vitiligo progresses

Symptoms often include rapid pigment loss on several areas of the skin. A stable period may follow, without any progression of the condition. Later on, further cycles of pigment loss and stability may be observed.

Typically, both sides of the body are involved. It is rare for melanin pigment to spontaneously return once the white patches have developed.

Vitiligo is classified into two main types: segmental and non-segmental. Most cases are non-segmental, affecting both body sides and typically increase in coverage over time. About 10% of cases are segmental, meaning they mostly involve one side of the body and do not typically grow with time. Segmental vitiligo is far more prevalent in the teenage years.

Clinical diagnosis of vitiligo is initially made by physical examination and confirmed by histo-pathological examination of a skin biopsy.

Not all cases of pigmentation loss are instances of vitiligo. Differential diagnosis includes multiple skin conditions with similar symptoms.

How is vitiligo treated?

There is no known way to prevent or arrest the process of melanocyte destruction and pigmentation loss. However, several methods can be used to improve the appearance of skin severely affected by vitiligo including topical corticosteroid and calcineurin inhibitors to darken the light patches, re-pigmentation using ultraviolet light therapy, and skin grafting. At a non-clinical level, there’s always the option of skin camouflage with make-up and other cosmetics. For those with light skin, sunscreen and makeup can be all that is typically recommended.

A combination of treatments generally has better outcomes.

Another approach is to even out skin tone by depigmenting unaffected skin areas with hydroquinone to lighten them. A permanent and vigorous removal of all the skin pigment can be achieved with monobenzone. Sun-safety must be adhered to for life to avoid severe sun burn and melanomas. Depigmentation takes about a year to complete. Yes, this is what Michael Jackson underwent.

New biological treatments are currently under investigation and look promising. Janus kinase inhibitors are emerging as a potential treatment option for alopecia areata, eczema, and vitiligo. However, they have not yet been approved for use in dermatologic conditions.

While as dermatologists we do our best to intervene and manage the visual appearance of vitiligo, we have observed that there is no better approach than confidence, information about the condition and a realistic approach to take vitiligo for what it is: a pigmentation condition that is not infectious and does no harm whatsoever. In fact, in the world of fashion, some models with vitiligo like Winnie Harlow, are flaunting it beautifully. And so should everyone else.